bottiglie

Da adolescente si sogna molto quello che si vorrà diventare da grandi, poi all’improvviso SEI GRANDE  e devi decidere, talvolta fai un tuffo nel vuoto e non sai come andrà a finire. Gli anni passano e arriva la maturità si cominciano a tirare le somme e tutto sommato ti rendi conto che quello che era il tuo sogno di adolescente si è realizzato. L’idea di quello che volevi diventare sta diventando realtà perché il luogo dove lavori è come tu immaginavi dovesse essere. Non ci sono formule preconfezionate, schemi prestabiliti, barriere che ti allontanano dagli altri te stesso. Ci sono persone che condividono i tuoi interessi la tua voglia di dare il meglio per fare il meglio anche per gli altri, altre persone che cercano di rompere quegli schemi e trovare altre vie per fare.

Insieme si inventa, si costruisce e si spera in un mondo migliore che non verrà solo perché ogni giorno qualcuno si lamenta per le cose che non vanno ma perché qualcun altro sta cercando di far sì che tutto prenda un’altra piega. Insomma, bello sognare da adolescenti ma ancor più bello è oggi lavorare in una farmacia che esce fuori e non aspetta che i clienti entrino. Una farmacia dove la voglia e la necessità di sapere è al primo posto, dove nel tempo libero si studia, si tengono incontri per informare per chiarire e per confrontarsi, dove non si entra solo perché si è ammalati ma anche per mantenersi in salute, per prevenire o anche solo per fare una chiacchierata che conforti un po’ lo spirito.

Dott.ssa Annamaria