mani

Anche stasera siamo arrivati alla chiusura, stanchi, avendo fatto il possibile sempre con il sorriso sul volto e tanta gentilezza.

La città a quest’ora è deserta, mi ricorda quando faccio il turno a capodanno e già alle 18 non gira più nessuno.

Purtroppo l’aria non è la stessa, non c’è felicità per l’anno nuovo ma incertezza e paura. Sono sicuro che saremo all’altezza del compito e so che i miei concittadini saranno attenti e solidali con le tante imprese e i tanti negozi che oggi sono chiusi e faticano.

Tutto questo deve ricordarci l’importanza della Comunità, quella vera, non quella delle pubblicità e dobbiamo prometterci ora che quando tutto sarà passato saremo ancora uniti, saremo ancora Comunità.

Riscopriamo il valore del contatto umano proprio quando ci è negato, come per paradosso, riscopriamo la necessità della vicinanza proprio quando dobbiamo stare lontani.

Beh, abbiamo il pensiero, con cui essere vicini, l’affetto che non ha bisogno di bacetti ma di presenza, anche con una telefonata. Ecco, riscopriamoci vicini, innamorati, sorridenti e tutto andrà bene.

Pp

farmacia